slide int 2
RICHIESTA AUTORIZZAZIONI

Con Circolare n. 11517 del 13 febbraio 2020 AGEA ridefinisce le modalità operative per il rilascio delle autorizzazioni per nuovi impianti viticoli.

Vediamo insieme i criteri di ammissibilità, le prescrizioni e qualche informazione utile per richiedere le nuove autorizzazioni.

Dal fascicolo aziendale, aggiornato e validato, del richiedente deve risultare in conduzione una superficie agricola pari o superiore a quella per la quale è richiesta l’autorizzazione; sono esclusi gli usi del suolo con vigneti per uva da vino, e quelli che, sulla base dei regolamenti nazionali vigenti, non possono essere trasformati in vigneto oltre che le superfici su cui sono presenti vincoli (ambientali, archeologici, paesaggistici, storici ecc…), che ne impedirebbero la trasformazione in vigneti.


Il limite massimo di superficie da poter richiedere per ogni domanda è definito nell’Allegato 1 della circolare AGEA e varia per ogni regione (esempio: 5 ettari per la Sicilia).

Si rammenta che le autorizzazioni per nuovi impianti concesse dalla campagna 2017 e 2018, non sono più trasferibili da una regione ad un’altra (leggi articolo: IL TRASFERIMENTO DELLE AUTORIZZAZIONI PER GLI IMPIANTI VITICOLI).


Le autorizzazioni hanno validità di 3 anni dalla data del rilascio.
Inoltre, Il vigneto impiantato a seguito del rilascio dell’autorizzazione è mantenuto per un numero minimo di 5 anni, fatti salvi i casi di forza maggiore e/o motivi fitosanitari. Per tale motivo, l’estirpazione dei vigneti impiantati con autorizzazioni di nuovo impianto prima dello scadere dei 5 anni dalla data di impianto non dà origine ad autorizzazioni di reimpianto.


Infine, per quanto riguarda la procedura di presentazione, le domande di autorizzazione per nuovi impianti di uva da vino devono essere presentate entro il 31 marzo 2020 (a partire dal 15 febbraio 2020) in modalità telematica nell’ambito del SIAN. Con Circolare AGEA del 30 marzo 2020 la scadenza per la presentazione delle domande viene prorogata al 30 maggio 2020.

 

Catania, 27/02/2020

Aggiornato il 31/03/2020


Domenico Daniele

PolicyPrivacy