slide int 2

Come ogni anno, i produttori di uve destinate alla vinificazione, nonché i produttori di mosto e di vino, dovranno dichiarare i quantitativi dei prodotti della campagna vendemmiale 2019/2020 con riferimento alla data del 30 novembre 2019 per i prodotti della vinificazione.

Attenzione, quest’anno abbiamo una novità rispetto alla campagna pregressa!!!!

Partiamo dalle scadenze: se non verrà concessa la proroga per la presentazione delle dichiarazioni di vendemmia come negli ultimi anni, i termini di presentazione saranno i seguenti:

- le dichiarazioni di vendemmia devono essere presentate entro il 15 novembre;
- le dichiarazioni di produzione devono essere presentate entro il 15 dicembre indicando i prodotti della vinificazione detenuti in cantina con riferimento al 30 novembre.

Adesso, vorrei sottoporre alla vostra attenzione la compilazione del Quadro R relativo alla rivendicazione delle uve per tipologia di vino.
I quadri R riportano il dettaglio di quanto indicato al quadro C (dati raccolta uve) e permettono di individuare tutte le superfici vitate presenti nel fascicolo dell’azienda del dichiarante, i rispettivi quantitativi di uva prodotti e la destinazione produttiva delle uve stesse.
La dichiarazione di vendemmia e la dichiarazione preventiva vengono sottoposte ad un controllo di corrispondenza della superficie di origine delle uve vendemmiate rispetto alle informazioni presenti nel fascicolo aziendale e dei requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione, nel caso di produzioni DO e/o IG.

In particolare, la superficie di origine delle uve deve risultare minore o uguale della superficie a vigneto da uve da vino che risulta nel corrispondente fascicolo aziendale e tutti i parametri di resa e di composizione varietale previsti dai disciplinari di produzione DO/IG devono risultare applicati.

Bene, con questo vi volevo solo dire di fare attenzione allo schedario viticolo e verificare preventivamente tutte le superfici vitate e le rispettive idoneità alla produzione DO/IG che vi interessano per evitare di incorrere in problemi irrisolvibili in sede di compilazione della dichiarazione vitivinicola. Sarete costretti a declassare un vino DO/IG a vino generico!!!

Infine, ecco la novità di quest’anno:

al fine di semplificare gli adempimenti amministrativi a carico delle aziende viticole, sono disponibili nuovi servizi telematici opzionali che consentono di precompilare la Dichiarazione di produzione vini e mosti a partire dai dati del registro dematerializzato di carico e scarico.

La dichiarazione di produzione vino e mosti può essere precompilata utilizzando direttamente i dati presenti nei registri di Cantina alla data del 30 novembre 2019.
La dichiarazione di produzione da registro è facoltativa; l'azienda vitivinicola può scegliere di predisporre la dichiarazione di produzione a partire dai dati presenti del registro telematico oppure continuare ad utilizzare le ordinarie modalità di compilazione.

La compilazione automatica da registro di cantina tenuto in modalità on-line è possibile per i Quadri seguenti:
- informazioni anagrafiche (quadro A);
- dati di produzione di vino e mosti (quadro G);
- uva da vino acquistata da fornitori (quadro I);
- elenco dei fornitori di mosti e vini (quadro V).
Il soggetto può decidere di accettare tal quali i dati precompilati dal registro, oppure modificarli.

 

Riferimenti normativi nazionali:
Decreto Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, num. 7701 del 18 luglio 2019
Circolare AGEA.71032.2019 del 13 settembre 2019

 

Catania, 17/09/2019
Domenico Daniele

PolicyPrivacy