slide int 2

Sono obbligati a presentare la dichiarazione di giacenza tutte le persone fisiche o giuridiche o le associazioni di dette persone che detengono vino e/o mosti di uve e/o mosti concentrati e/o mosti concentrati rettificati al 31 luglio.

Le dichiarazioni di giacenza 2019 possono essere presentate all’Agea entro e non oltre il 10 settembre 2019 e vanno riferite ai prodotti vitivinicoli detenuti alla mezzanotte del 31 luglio 2019.

Sono esonerati dall’obbligo della presentazione:
- i consumatori privati;
- i rivenditori al minuto che esercitano professionalmente un’attività commerciale avente per oggetto la vendita diretta al consumatore di piccoli quantitativi;
- i rivenditori al minuto che utilizzano cantine attrezzate per il magazzinaggio e il condizionamento di quantitativi di vino non superiori a 10 ettolitri.
L’adempimento della dichiarazione di giacenza può essere assolto utilizzando le ordinarie modalità di compilazione o direttamente dai dati presenti nei registri vitivinicoli SIAN per le aziende che avranno effettuato la chiusura telematica del registro stesso al 31 luglio.
In quest’ultimo caso nella dichiarazione sono riportati automaticamente i saldi contabili del registro al 31 luglio pertanto prima di predisporre la dichiarazione è obbligatorio procedere con la chiusura della campagna vitivinicola tramite l'apposita funzione disponibile nel registro.

N.B.:
I prodotti detenuti sono indicati nella sezione C); dal 2018 non c’è più la distinzione tra Giacenze alla Produzione e Giacenze al Commercio per cui si deve indicare soltanto la tipologia del detentore delle scorte: Produttore o Commerciante. Qualora il dichiarante eserciti entrambe le attività va indicata quella prevalente.
Inoltre, dal 2018 non è più prevista la compilazione dei quadri D,E,F e G, relativi ai dettagli dei vini DOP.

 

Catania, 28/08/2019
Domenico Daniele

PolicyPrivacy